sabato 18 settembre 2010

E. C. Tubb

Leggo solo ora che otto giorni fa è deceduto uno dei principali autori di fantascienza: Edwin Charles Tubb, nelle copertine dei libri, E. C. Tubb.
Se scrivo: Spazio 1999, riesco già a far comprendere la dimensione di questo autore che, deceduto a quasi novantun anni, è stato uno dei più prolifici, con una bibliografia immensa.
Spazio 1999 , il famoso telefilm anni settanta è, infatti un prodotto della fantasia di Tubb e fornisce già una idea della genialità di un autore che non aveva alcuna pretesa di "mandare messaggi", ma scriveva storie sempre affascinanti e mai noiose.
Se Spazio 1999 è sicuramente il successo certificato dalla televisione, è necessario ricordare almeno la saga di Dumarest come una opera nella quale troviamo tutto il Tubb e tutto quel che, almeno personalmente, amo trovare nella fantascienza.
Avventura, spazio immenso e sconosciuto, nuovi mondi e varia umanità.
La saga di Dumarest è composta da 33 romanzi e racconta delle vicende di questa persona, Dumarest, che scappato da piccolo, come clandestino, dalla Terra, adesso è spinto a tornarvi ... ma non sa dove si trova, perchè nei suoi viaggi si è spinto talmente lontano che della Terra si è perso il ricordo ...
Molti romanzi sono stati pubblicati negli anni, ma solo da due anni una piccola e specializzata casa editrice di Bologna , la Elara , ha iniziato la pubblicazione organica dei romanzi, con successione cronologica, e l'idea di pubblicare l'intera saga in otto volumi, ognuno dei quali contenente quattro romanzi (l'ultimo cinque).
Per ora sono usciti tre volumi e dovrebbe essere in stampa il quarto, cioè sono arrivati a metà saga.
Il direttore editoriale, Ugo Malaguti, uno dei "monumenti" della fantascienza italiana, vorrebbe terminare la pubblicazione dell'intera saga prima del 21 dicembre 2012 così, mi ha detto, verremo a sapere se Dumarest torna sulla Terra, prima della annunciata fine del mondo ...


Entra ne

Nessun commento: