mercoledì 21 ottobre 2015

Ritorno al Futuro.

Certo che se il 21 ottobre 1985 Robert Zemeckis mi avesse predetto che oggi:

1)Avrei avuto 2 Papi, uno Vero e l' altro peronista di sinistra.
2)Che avrei avuto un boy scout concorrente di Mediaset e cattocomunista presidente del consiglio italiano.
3)Un presidente americano negro.
4)Un presidente russo con consigliere un neo-bolscevico come Alexander Dugin.
5)Elton John coi bambini.
6)Alti prelati con maritozzi.
7)L’ ICI.
8)La Beatificazione in corso per Mons. Camara.
9)Un Sinodo con discussione su Eucarestia per divorziati risposati ed aperture agli invertiti.
10)Uno stato islamico alle porte


....beh, l’ avrei preso per pazzo. 









Entra ne

sabato 1 agosto 2015

Star Crossed

Estate, tempo di fondi di magazzino per ogni televisione.
Ecco che Sky, sul canale Fox, se non sbaglio, da giovedì 30 trasmette, in prima visione italiana, una nuova serie di fantascienza intitolata Star Crossed.
Narra di un gruppo di alieni che, per fuggire dalle persecuzioni nel loro pianeta, si schianta con l'astronave sulla Terra, ovviamente negli Stati Uniti.
Per un disguido inizia una battaglia con le truppe terrestri, gli alieni hanno la peggio e vengono catturati.
Dieci anni dopo le due parti cercano una faticosa integrazione con un progetto concordato.
I protagonisti sono giovani adolescenti, da una parte e dall'altra.
Due ragazzi, uno per razza, si innamorano, con tutti gli ostacoli possibili, tra i quali l'uccisione del padre di lui, capo degli alieni, da parte del padre di lei, capo della polizia locale.
Poi gli estremisti da una parte e dall'altra che cercano di far naufragare l'intesa.
Sono stati trasmessi solo i primi due episodi, ma ho letto che negli Stati Uniti non ci sarà una seconda stagione.
Ci credo.
La trama è banale, prevedibile, raccontata in modo noioso.
L'idea, tra l'altro, non è originale per chi si ricorda le tre belle stagioni di Roswell che narravano di un gruppo di alieni arrivati da bambini sulla Terra, cresciuti in famiglie di Terrestri in quella cittadina del New Mexico e quindi delle loro vicende da adolescenti.
Il "messaggio" (l'integrazione tra razze) sembra fatto apposta per arrivare a sostegno dei clandestini che, con la complicità di alcune figure presunte istituzionali, vengono dalle nostre stesse Forze Armate importate in Italia.
Naturalmente non ho letto la trama dei futuri episodi, anche se non sono sicuro di terminarne la visione.
Probabilmente la prossima volta farò la "prova poltrona".
Registrati il terzo e il quarto episodio, una sera che non ci sarà nulla di meglio li replicherò, cercando di guardarli dalla poltrona, appoggiando la testa alle "orecchie" della stessa.
Se mi addormenterò, allora finirò lì la visione della serie, se, invece, resterò sveglio, vorrà dire un qualche interesse il programma riesce a crearlo.


Entra ne

sabato 28 febbraio 2015

Addio a Spock

Questa mattina, ascoltando la radio, ho appreso della morte a 83 anni di Leonard Nimoy, in dimenticato signor Spock della serie classica Star Trek.
Ne parlerò meglio domani su Blackinights ma non volevo rinunciare a postare qui un primo ricordo per un interprete che ha saputo dare a Spock una fama immortale.
Adesso si che Nimoy potrà visitare nuovi mondi e andare là dove nessun umano è mai andato prima.


Entra ne

mercoledì 7 gennaio 2015

Fiaba Ucronica.

Milioni di anni fa viveva sul Pianeta Par Adis Oter Restr una Civiltà progreditissima. Aveva debellato ogni malattia da milioni di anni, non morivano ed erano uniti in unica Grande Nazione, non conoscendo più la Guerra. Ma un giorno, il loro Imperatore, Lu Ci Fer , grande sapiente e scienziato, volle sperimentare la Creazione di altri Esseri, nonostante tutti fossero stati creati dall' Unico Dio Vero ed Eterno, da cui avevano ricevuto ogni bene. Ma a questo Imperatore sembrava possibile, grazie ai loro millenari studi, tramite manipolazioni genetiche ed altro, creare la Vita dal nulla. Anche tra esseri dello stesso sesso, abortendo ogni embrione (ed erano miliardi) usati per la ricerca. Ma questo non passò inosservato a Dio, che decise di punire quel popolo blasfemo e traditore. Scelse due di loro, abili piloti di astronave, Adamo ed Eva, e li fece fuggire sul Pianeta Terra. Dopo di che scaraventò il Pianeta Par Adis Oter Restr nelle viscere profonde dell' Universo. Purtroppo, nell' astronave riuscì ad intrufolarsi il perfido Lu Ci Fer, nascondendosi. Una volta sulla Terra, Adamo ed Eva, disponevano di ogni tecnologia necessaria per ricominciare la stirpe. Ma avevano il divieto assoluto di accedere al laboratorio genetico che era stato occultato a bordo dall' Imperatore. Purtroppo, poi sappiamo come andò a finire, con Adamo ed Eva che a stento si salvarono dal Continente Atlantide. Ripartendo da zero.Questa è una mia fiaba, leggermente ucronica: ma non spaventatevi: queste cose non possono ripetersi al giorno d'oggi. O SBAGLIO ???







Entra ne